Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

Quando dei potenziali donatori arrivano sul form di donazione del tuo sito, hanno già risposto alla domanda più importante: “Devo donare?” Ovviamente, sì! Questo è chiaramente un buon segno, e la parte più difficile è superata. Ora però, arriva la seconda domanda più importante “Quanto dovrei donare?”

Le donazioni della maggior parte delle persone sono limitate da un budget, tuttavia c’è sempre spazio per convincerli a donare di più. Non puoi costringere i tuoi sostenitori a donare una certa somma, ma ti sorprenderà sapere quanto le persone siano reattive ad alcuni innocenti escamotage.

In questo articolo ti diamo sei suggerimenti che potranno aiutarti ad aumentare il valore della donazione media per la tua organizzazione. In pochi passi ti spiegheremo come incorporarli nel tuo piano di fundraising, sul tuo sito, nei tuoi form di donazione, e anche nei tuoi appelli di donazione offline.

Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

1. Stabilisci degli importi di donazione suggeriti

Siamo creature sociali. Tendiamo a prendere decisioni in base al comportamento delle persone che ci circondano. Ci sentiamo a nostro agio quando pensiamo di essere conformi al gruppo. Ovviamente non puoi costringere i tuoi donatori a donare un importo preciso, ma saresti sorpreso di vedere quanto le persone siano reattive agli importi suggeriti.

Gli importi di donazione suggeriti servono a due scopi:

Prima di tutto migliorano l’esperienza di donazione riducendo il numero di scelte che i tuoi donatori devono fare, e questo li rende più propensi a donare perché l’intera esperienza è in genere più facile.

In secondo luogo, le donazioni suggerite sono un’opportunità per aumentare l’importo della donazione: i donatori infatti sono spesso disposti a donare un po’ di più perché si sentono guidati e a loro agio nell’usare i pulsanti visualizzati (come se l’importo pre-selezionato fosse quello giusto da scegliere).

Come impostare gli importi delle donazioni suggerite?

Scegliere gli importi di donazione è un processo continuo, che richiede diversi test. Ecco alcuni consigli per guidarti nella giusta direzione.

Suggerisci importi che siano sensati per la tua audience. Per prima cosa, esamina i tuoi dati. Se l’anno scorso l’importo medio delle donazioni ricevute è stato di 20 €, non avrebbe senso chiedere una donazione di 500 € quest’anno. Richieste irrealistiche come questa in realtà abbasserebbero il tuo tasso di conversione, invece che portare a donazioni più alte.

Un modo efficace di impostare le donazioni suggerite è quello di selezionare importi leggermente superiori alla donazione media precedente. Ad esempio, se la donazione media dell’anno scorso era di 20 €, l’ideale sarebbe di suggerire donazioni di 5 €, 25 € e 50 €. Le persone che vogliono donare 20 € sarebbero più propense ad aumentare la loro donazione a 25 € piuttosto che ridurre la propria donazione a 5 €.

Inserisci l’importo che vorresti far scegliere in seconda posizione. Nella maggior parte dei form di donazione, l’importo della donazione più gettonato è di solito la seconda opzione della lista. Perché? Perché le persone sono naturalmente contrarie a spendere, ma non vogliono neanche donare troppo poco.

Dai ai tuoi sostenitori la possibilità di inserire un importo personalizzato. Offrire importi suggeriti è un modo fondamentale per raccogliere donazioni e aumentarne il valore, ma non bisogna dimenticarsi delle persone che vogliono donare qualcos’altro. Se non c’è la possibilità di inserire un importo personalizzato, probabilmente queste persone abbandoneranno il tuo form di donazione.

Un elemento interessante da tenere a mente, è che durante gli appelli di emergenza, gli importi personalizzati di solito registrano importi più alti di quelli suggeriti.

2. Descrivi il valore degli importi

Dal punto di vista di un donatore, capire l’impatto concreto dei diversi importi di donazione non è facile. Un donatore potrebbe chiedersi: “Un aumento di 5 € alla mia solita donazione di 20 € fa davvero la differenza? Potrei tenerli per un drink con gli amici stasera”. I donatori devono essere in grado di “immaginare” letteralmente la differenza.


Mostrando degli esempi nel tuo form, renderai la donazione più concreta. I donatori potranno vedere l’impatto dei diversi importi che proponi nella griglia di donazione . E usando descrizioni come “60€ garantiscono servizi igienici a 60 persone per fermare la diffusione di malattie mortali”, i tuoi sostenitori potranno decidere come utilizzare il proprio denaro.

Ecco un buon esempio dal form di donazione di Oxfam Irlanda:

Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

3. Widget dell’importo più popolare

Come spiegato all’inizio di questo articolo, siamo creature sociali. Tendiamo a prendere decisioni in base al comportamento delle persone che ci circondano. Ci sentiamo più a nostro agio quando pensiamo di essere conformi al gruppo.

Per questo, a gennaio 2022, lanceremo il nostro nuovissimo widget “Importo più popolare” su iRaiser, accessibile a tutti i modelli di form di donazione. 

Grazie a questo widget, sarai in grado di spingere ancora più persone a selezionare il tuo importo preferito evidenziandone uno specifico, e mostrando in una breve frase che questo importo è quello più selezionato dai donatori.

Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

4. Importo della donazione pre-compilato in base all’ultima donazione

Poiché conosci i tuoi sostenitori e l’importo che hanno donato in precedenza alla tua organizzazione, hai in mano un dato molto importante, che ti sarà utile per aumentare l’importo medio delle prossime donazioni.

Per dirla in modo semplice: se un donatore ha donato 100 € durante la tua ultima campagna di dicembre, puoi supporre che donerà lo stesso importo anche quest’anno. E tu probabilmente vorresti chiedergli un po’ di più, ad esempio un aumento del 5%. Immagina di poter aumentare del 5% tutte le donazioni ricevute l’anno scorso, avrebbe un impatto enorme sul tuo budget finale!

Grazie allo strumento di creazione di URL, puoi personalizzare la tua prossima Call To Action con un URL personalizzato, basato sulle informazioni del singolo donatore. Ti basterà creare un file con le informazioni del donatore (nome, cognome, email, indirizzo, ecc.) e l’importo dell’ultima donazione.

Utilizzando questo strumento, sarai in grado di generare automaticamente un URL univoco che aprirà un form di donazione con una griglia di donazione dove le nuove proposte di importo saranno leggermente più alte. Sarai anche in grado di definire di quanti punti percentuali vorresti che gli importi fossero aumentati. E naturalmente, tutte le informazioni personali saranno precompilate per facilitare l’intero processo. Interessante, vero?

Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

5. Usa le parole giuste

Ci sono alcune piccole modifiche che potrebbero incoraggiare i donatori a fare una donazione più alta. L’utilizzo di un copy con parole specifiche è sicuramente una di queste. Ecco quattro parole che possono aiutarti ad aumentare le donazioni:


“Piccolo”: Le organizzazioni non profit possono usare questa parola per ottimizzare il proprio fundraising in due modi:

  1. Per aiutare le persone a vedere la propria donazione come un piccolo regalo piuttosto che un grande sacrificio. Cosa suona come una richiesta più gestibile: “una tassa di 5 euro” o “una piccola tassa di 5 euro”? Anche se sappiamo che equivale allo stesso importo, la seconda frase fa sembrare la tassa ancora più ragionevole.
  2. Per dimostrare che anche una piccola somma fa la differenza. Assicurati che i potenziali donatori sappiano quanto la tua organizzazione apprezzi ogni donazione, non importa la cifra donata. Ad esempio: “Una piccola donazione di 10 euro sfamerà un bambino per un’intera settimana”.

“Immediatamente”: Usare le parole “velocemente” o “immediatamente” è un modo semplice che i marketer profit hanno trovato per aumentare le conversioni. Sottolinea che i donatori possono agire sin da subito. Assicurati di seguire il donatore, inviandogli almeno una mail di ringraziamento per la sua donazione (per una gratificazione istantanea). In questo modo il donatore non solo riceve un messaggio speciale, ma ottiene anche la garanzia che la sua donazione sarà un aiuto immediato alla tua causa.

“Tu”: Per rendere una Call To Action più personale senza farla sembrare finta o automatizzata, usa la parola “tu” o direttamente il nome del donatore. Ad esempio, invece di scrivere “Fai la differenza oggi”, sarà sicuramente più efficace scrivere “Oggi tu puoi fare la differenza”!

“Perché”: Se vuoi che qualcuno faccia qualcosa per te, aiuta offrirgli una valida ragione per farlo (anche se è un motivo ovvio). Fortunatamente, hai già una buona ragione per la richiesta che stai facendo, e puoi usarla nella tua Call To Action. Cerca di incorporare la parola “perché” insieme ad una spiegazione semplificata nel tuo appello per ricordare ai tuoi sostenitori che la loro donazione serve ad un grande scopo. Ad esempio: “Dona al nostro programma di emergenza perché gli affamati non possono aspettare”.

6. “Widget” Banner delle ultime donazioni

Ancora una volta, mostrare cosa stanno donando gli altri è un ottimo modo per ispirare i tuoi sostenitori. Grazie al widget disponibile su iRaiser “Last Donors Banner” sarai in grado di mostrare le ultime venti donazioni che hai ricevuto con dati reali e in diretta direttamente in alto sul tuo form.

Naturalmente, è possibile impostare un importo minimo di donazione da far visualizzare per incoraggiare donazioni più elevate. Puoi vedere un esempio di un’organizzazione francese che usa questo widget proprio qui sotto. 

Aumenta l’importo medio delle tue donazioni in 6 semplici step!

La versione live è visibile qui, così puoi vederlo in azione.

Pronto ad aumentare le donazioni sul tuo sito? Con la soluzione di raccolta fondi Payment di iRaiser, potrai facilmente impostare illimitati form di donazione e concentrarti su ciò che sai fare meglio: diffondere la tua missione, ispirare i tuoi sostenitori e raccogliere fondi per la tua causa.

Contattaci per sapere come iniziare subito!